top of page

3 escursioni in ValSeriana per tutta la famiglia

Aggiornamento: 22 giu

Alla scoperta della Val Seriana: un weekend tra natura, storia e divertimento per tutta la famiglia


Situata alle spalle della città di Bergamo, questa valle offre un territorio ricco di sorprese, perfetto per una gita fuori porta o un weekend all'insegna del relax e dell'avventura. 

Che siate amanti del trekking, appassionati di storia o semplicemente in cerca di un po' di pace e contatto con la natura, la Val Seriana ha qualcosa da offrire a tutti.

In questo articolo, vi proponiamo 3 escursioni alla scoperta delle meraviglie di questa valle, con escursioni adatte a tutta la famiglia, visite a borghi pittoreschi e momenti di relax a pochi chilometri dal meraviglioso lago d'Iseo.


Nella magnifica Val Seriana potrete immergervi in una storia millenaria, visitando antichi castelli e borghi medievali, come il suggestivo Castello Orsetto a Gandino. Per gli amanti della natura, imperdibile è l'escursione alle Cascate del Serio, un vero spettacolo da non perdere. 


La Val Seriana è un luogo ideale per trascorrere un weekend in famiglia, con attività adatte a tutte le età. I sentieri ben segnalati e i numerosi rifugi rendono le escursioni accessibili anche ai più piccoli, mentre i borghi e i paesini offrono spunti di divertimento e cultura per tutta la famiglia.


Preparate lo zaino, indossate le scarpe comode e partite alla scoperta della Val Seriana! Vi aspetta un weekend indimenticabile all'insegna della natura, della storia e del divertimento.

In questo articolo, vi proponiamo 3 escursioni da non perdere, perfette per una gita in famiglia all'insegna del divertimento e della scoperta.


1. Cascate del Serio: un sentiero facile per tutta la famiglia


Vista delle cascate nei pressi del rifugio Curò
Vista notturna delle cascate

Per giungere nel punto di osservazione migliore di queste cascate si parte dal comune di Valbondione e si prosegue in direzione del rifugio Antonio Curò.


Dettagli del percorso:

Esso ha una pendenza alquanto regolare fino ad arrivare a destinazione.

Ad ogni modo, attenendosi alle indicazioni per Valbondione raggiungiamo il Palazzetto dello Sport (Via T. Pacati) e posteggiamo l’auto.


Successivamente svoltiamo a sinistra lungo la strada comunale per poi proseguire in direzione Lizzola.


Infine percorsi circa 200 mt, imbocchiamo sulla sinistra via Curò; dopo poche centinaia di metri la strada diventa sterrata per poi immergersi nel bosco.


In totale la durata del percorso è di circa 3.00h a passo normale con un dislivello di 1000 mt


PS: Consigliamo la visita alle cascate del fiume Serio durante le 5 aperture annuali programmate, ovvero dal mese di giugno a quello di ottobre.




2. Trekking alla baita Cassinelli: alla scoperta della nostra dolomite, la Presolana


Visuale della dolomite (Presolana) dalla baita Cassinelli

Percorrendo un sentiero assai semplice potremo arrivare alla baita Cassinelli e godere di una splendida vista della nota Presolana.


Dettagli percorso:

Una volta giunti al Passo della Presolana a 1927mt di altitudine possiamo parcheggiare l'auto nei diversi parcheggi disponibili.


Successivamente potremo notare che sul lato sinistro della strada vi è un cartello con indicato "sent. Cai 315 per Baita Cassinelli-Cappella Savina-Grotta dei Pagani-Cima Presolana”.


Infine una volta arrivati in cima alla salita che segue il cartello ci addentreremo nel bosco che ci accompagnerà fino a destinazione.


In totale il percorso dura circa 1.00h a passo normale con un dislivello di 500mt.


PS: Per i più avventurosi altri noti punti di interesse sono la Grotta dei Pagani la Cappella Savina e la Cima Presolana.


Grotta dei Pagani
Cappella Savina












Cima Presolana

3. In cammino per il rifugio San Lucio: una passeggiata imperdibile lungo il sentiero Zuccone e le sue sculture in legno.


Immagine di una tipica scultura che ospita il sentiero Zuccone
Immagine di un altra scultura

Rifugio San Lucio

Un'esperienza da non perdere per poter apprezzare la natura coccolati da diverse sculture lungo un sentiero molto semplice.


Dettagli percorso:

Dal parcheggio della pista di fondo in Località La Spessa, a fianco del secondo tornante della strada asfaltata per San Lucio troviamo il cartello del sentiero 508 (Rif. San Lucio, Loc. Pianone, Pizzo Formico).


Successivamente, dopo aver percorso circa 50mt, deviamo a destra prendendo un sentiero che ci porta al Roccolo Zuccone caratterizzato da numerose sculture in legno da ammirare.


Oltrepassato questo incantevole luogo sbucheremo nell’ampio prato appena sotto il Rifugio San Lucio.


Infine giungeremo a destinazione godendo di una magnifica vista sul comune di Clusone e non solo, anche della vallata sottostante.


In totale la durata del percorso è di 50 minuti con un dislivello di 450mt.


Vista dal Rifugio San Lucio

33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page